Associazione Culturale Ballincontrà

Associazione

L'Associazione culturale Ballincontrà ha lo scopo di promuovere la conoscenza e la diffusione delle tradizioni popolari vicentine e venete, riferite al periodo di fine '800 - primi decenni del '900, in particolare dei balli con relative musiche, dei mestieri ed attrezzi propri della civiltà contadina, delle credenze, dei modi di dire e dei racconti e aneddoti.

Il nome dell'associazione è già significativo del particolare scopo statutario: infatti, scomponendo il nome (balli in contrà), risulta evidente che i balli sono l'oggetto principale delle tradizioni popolari in promozione, mentre "contrà", essendo il nome veneto-vicentino della contrada, quale nucleo abitativo tipico delle civiltà contadine e fatto di poche case, esprime il contesto sia storico che territoriale.

Il Gruppo danzatori, composto da circa 14 coppie non professioniste, esegue balli popolari vicentini e veneti originali, oppure trapiantatesi nel territorio da regioni limitrofe (Valli occitane, Quattro Province, ...) e perfino da Paesi d'oltralpe (Francia, Austria, ...).

La riscoperta dei balli popolari locali deriva da testimonianze raccolte dalla viva voce di vecchi ballerini e/o suonatori di organetto, presso le contrade e le frazioni delle colline dell'alto vicentino da parte di Modesto Brian e Domenico Zamboni.